In molti parcheggi per auto si trovano avvisi del genere: "In caso di furto o danni la direzione declina ogni responsabilità". Si tratta di avvisi privi di valore: il gestore del parcheggio è infatti responsabile di quanto lasciato in custodia. 

Secondo la Suprema Corte di Cassazione, infatti, il contratto di parcheggio non si conclude soltanto con la consegna del veicolo ad una persona fisica, ma può realizzarsi anche attraverso l'introduzione del mezzo nell'area adibita a parcheggio, previo pagamento del pedaggio attraverso apparecchiature automatiche. Se dunque siamo all'interno di un contratto, l'avviso esposto prima dell'ingresso, in base al quale la direzione dichiara di non rispondere del furto del veicolo lasciato all'interno del parcheggio, costituisce una clausola limitativa della responsabilità di carattere vessatorio che, per essere efficace, deve essere approvata specificamente per iscritto da parte dell'utente (Cass., sent. n° 1957/2009).