La Corte Costituzionale, con sentenza n° 369/2008, ha cassato una disposizione di legge emanata dalla Regione Lombardia (art. 45, comma 4, L.R. 16/07/2007 n° 15) in base alla quale il proprietario di un immobile che presenti una denunzia di inizio attività per l’apertura di un bed and breakfast nel proprio appartamento deve produrre l’autorizzazione condominiale, pena il diniego dell’autorizzazione comunale. Secondo la Corte, tale disposizione è illegittima in quanto, incidendo direttamente sul rapporto civilistico tra condomini e condominio, legifera in materia riservata alla legislazione esclusiva dello Stato.